Cosa fare a Bari per migliorare la tua produttività a lavoro

maggiore produttività a lavoro

Essere delusi o insoddisfatti di quanto riusciamo produrre a lavoro è un motivo di frustrazione abbastanza diffuso, che spesso può avere ripercussioni a livello psicologico e nel caso di sogetti più sensibili, causare forme depressive.
In una società in cui il tradizionale caposaldo della famiglia sta perdendo importanza è l’attività lavorativa e la gratificazione professionale l’ancora di salvezza per molti attori sociali. Questo meccanismo perverso che sembrerebbe risolvere definitivamente l’assunto se “vivere per lavorare” o “lavorare per vivere”, accade anche tra i lavoratori baresi, generalmente meno competitivi a livello lavorativo, rispetto i colleghi di Milano o assunti per qualche azienda del Nord Est.

Se un tempo la salsedine e i raggi solari sul Molo San Nicola sembravano delle valide ragioni per rallentare la produttività in favore della “comitiva” o di maggiori attenzioni nei confronti del nucleo famigliare, oggi la vivacità dei social network e la super velocità dei flussi informativi, ha mutato l’approccio del barese medio al lavoro e la sua attitudine nei confronti degli obiettivi d’impresa.

Sarà pure un caso, ma nel periodo delle vacche d’oro attorno al 2000, quando i ragazzi di Bari che lavoravano alla Bosch era maggiore di quello dei piccioni in Piazza Umberto, la percentuale complessiva dei pezzi difettati era inferiore del 2%, a differenza di quella valutata nelle altre sedi europee, che si aggirava attorno al 20-25%. Ora potremmo pensare che a Bari arrivassero pezzi decisamente migliori, ma sospettare che i controlli degli operai baresi fossero leggermente “più morbidi”, potrebbe essere un’ipotesi da non scartare del tutto.

Come migliorare le performance a lavoro

Esistono delle condizioni oggettive che possono migliorare la qualità dell’operato sul luogo di lavoro. Vi sono attività particolari che aumenterebbero la nostra capacità di concentrazione generando degli effetti positivi sulle performance lavorative.

Se l’obiettivo è quello di utilizzare le stesse ore di lavoro per ottimizzare le prestazioni ed essere più efficienti sul piano professionale dovremmo:

  • Cercare di rilassarci di più;
  • Migliorare l’ossigenazione del nostro corpo;
  • Nutrirci in maniera più genuina;
  • Aumentare la nostra autostima;
  • Porci degli obiettivi in maniera più programmatica

Le risposte sono attorno a noi, basta solo guardarle

Esistono moltissime attività che potrebbero aiutarci a risolvere questa condizione di sconforto e offrirci una spinta concreta per rendere di più quando lavoriamo in ufficio o in una struttura pubblica. L’importante è rendersi conto di questa necessità e capire come, cambiando il nostro sguardo verso il Mondo, è possibile trovare facili soluzioni e guadagnare la stima dei colleghi o riuscire a conseguire un aumento in busta paga.

Jogging sul lungomare

Approfittare della bellissima pista pedonale realizzata nell’area di Torre Quetta e in prossimità del Parco di Punta Perotti rappresenta un ottimo modo per mantenersi in forma e riuscire ad abituare il nostro organismo alla fatica, fomentando lo spirito di sacrificio. Respirare lo jodio dell’area marina di Corso Trieste e distendere i nervi ottici con l’immagine meravigliosa dei frangiflutti nel mare è un ottimo bene per migliorare la nostra salute e rilassare la mente, affaticata dopo tante ore di lavoro. L’ideale sarebbe valutare la possibilità di andare a correre nella pausa pranzo e ritornare sulla postazione di lavoro più carichi di prima, pronti ad affrontare le richieste dei clienti e lo stress generato dal team di lavoro.

Pescare alla diga foranea

Se pensate che pescare i pesciolini sia una disciplina stupida e una perdita di tempo, di sicuro non siete a conoscenza degli effetti positivi che può avere l’attività ittica sul nostro sistema celebrale. Andare a pesca non significa soltanto sollevare una creatura vivente dall’acqua e ammazzarla per mangiarla, ma implica un corollario di attività, ideali per migliorare la nostra concentrazione ed essere attenti ai particolari. La preparazione di una lenza, la capacità di eseguire nodi su fili assai sottili, anche in presenza di vento, la conoscenza del momento esatto in cui “ferrare” il pesce, si dimostrano un buon allenamento per affrontare la routine di lavoro. Attendere che un pesce abbocchi implica un’attitudine a pazientare e a saper cogliere con prontezza le poche occasioni che ci offre la vita, di conseguenza consigliamo il “bolentino” o il “surfcasting” ai soggetti più caotici e confusionari che, a causa di questo difetto, hanno uno scarso livello di produttività.

Fare Joga al tramonto

Non serve andare sino in Cina se potete godere dei tramonti e delle albe osservabili dagli spazi di Pane e Pomodoro. Alzarsi un po’ prima ed eseguire il saluto del sole lì, a due passi dal mare ha un sapore speciale e non è un caso se sono molti coloro i quali a partire da Aprile e sino a tutto Settembre si danno appuntamento nella spiaggia simbolo di Bari per eseguire degli esercizi di yoga.  La respirazione yoga è un metodo antico e ancora molto attuale per migliorare l’ossigenazione dei tessuti e iniziare a rilassare delle parti del corpo come non avete mai fatto nella vita. Lo yoga migliora l’umore e diventa un modo semplice per affrontare anche l’amarezza della perdita del lavoro o un peggioramento economico. Distendere i muscoli e aumentare l’elasticità degli arti tonifica il nostro fisico e genera nuove energie, necessarie per trovare nuovi stimoli in azienda e impegnarsi di più.

Mangiare bene e …

Vi è un detto a Bari che dice: “mang e biv e cac test” che non starò qui a tradurre. Ciò nonostante mi preme sottolineare come in questa città pugliese vi sono ottime possibilità di mangiare bene ed escludere qualunque problema di “cacca liquida”, legato all’assunzione di cibo di scarsa qualità. Se la teoria secondo cui tutto quello che mangiamo si traduce in idee, potremmo ipotizzare che a Bari  intuizioni e vere e proprie soluzioni illuminanti non mancherebbero. Almeno a giudicare dall’offerta enogastronomica che possono offrire numerosi ristoranti, agriturismi e masserie di fama nazionale. Se la nostra dieta è leggera ed equilibrata è facile ipotizzare dei risvolti positivi quando svolgiamo la nostra occupazione. Per questa ragione, al di là della validità delle materie prime reperibili a Bari presso i mercati di Santa Scolastica o Via Napoli e la capacità innata delle donne locali di trasformarle in piatti divini, suggeriamo alcuni tra i migliori ristoranti di Bari dove mangiare prodotti tipici in maniera salutare e mai eccessiva. Lo scopo di questo elenco è quello di suggerire ai tanti rappresentanti costretti a mangiare fuori o a tutti i lavoratori che devono organizzare delle cene aziendali, dove mangiare sano nella città. Mangiare bene significa lavorare meglio e quindi perchè anziché optare per le discutibili scelte culinarie delle mense aziendali o indirizzarsi senza nessuna capacità critica verso le solite tavole calde low cost come “Pablito” o “San Marcello”, quando si può volere più bene all’intestino e indirettamente al nostro lavoro, valutando la possibilità di mangiare presso strutture  di ristorazione votate al biologico e al benessere?

      1. Le rure

Ristorante bio di altissima qualità, presente a Torre a Mare. I prezzi sono abbastanza alti, ma la minuzia con cui il cuoco prepara ogni singolo piatto, trasformandolo in un’esperienza irripetibile, giustifica questa scelta. Il lavoro di qualità paga sempre e si fa pagare, soprattutto quando è concessa la possibilità di selezionare un menù, in funzione del proprio gruppo sanguigno.

      2. Mint

Ristorantino a gestione famigliare, presente  nel centro storico di Polignano. Il luogo ideale dove mangiare vegan, senza rinunciare al gusto dei prodotti tipici della terra di Bari. Il consiglio è quello di prenotare, visto il numero esiguo di tavoli a disposizione, a conferma dell’attenzione che lo chef dedica nel comporre e adornare i piatti dei commensali.

      3. Origini

Anche a Bari città è possibile mangiare bene, senza spendere una follia. Questo locale si chiama Origini, perchè intende proporre il nutrito repertorio dell’antica cucina pugliese, caratterizzata dal gusto e dalla semplicità. A farla da padrona sono le zuppe, ma anche i formaggi e gli insaccati locali che hanno vinto riconoscimenti internazionali. Quando il mestiere è fatto con passione, vale la pena concedersi una pausa dagli impegni e dalle scadenze a lavoro, per rifocillarsi di benessere e porsi nuovi traguardi.

Author: admin

Esperto Seo,adepto della setta "per setta non fa 14", copywriter barese appassionato di keywords pure e polpi crudi. Offro servizi Seo Gratis, ma solo se pagate molto bene.

Leave a Comment