Uso coerente del redirect negli e commerce

reindirizzamento

Quando si utilizza il comando redirect vi è la necessità di spostare il traffico proveniente da una pagina verso un’altra destinazione, interna o esterna al sito.

Cosa succede quando si imposta un redirect ?

Che un utente che dovrebbe arrivare su di una pagina verrà invece “accompagnato” verso un altro contenuto e quindi verso una URL differente.

Perchè si fa un redirect:

  • perchè una pagina non è più presente sul sito o segna errore 404
  • perchè si sta rifacendo il sito e lavorando su varie pagine contemporaneamente
  • perchè si vuole cambiare dominio, senza perdere il traffico utenti che frequentava il vecchio sito

Quando un redirect funziona ?

Eseguire il redirect bene significa assicurarsi che la nuova pagina destinazione verso cui spingere il traffico abbia un contenuto pertinente rispetto alla “vecchia pagina”. Se facessimo un redirect da una pagina che parla di “alimentazione sana” verso un’altra incentrata invece sull’utilità di avere una partita iva, non si tratterebbe di un’operazione intelligente. Il pubblico si aspetterebbe infatti di trovare un contenuto completamente differente e questo lo destabilizzerebbe, al punto da allontanarsi da una pagina che, di fatto, non reputa utile.
Al contrario, un redirect ben riuscito è un reindirizzamento apprezzato dal pubblico, che trova interessante quel “nuovo” testo. Questo atteggiamento favorirà di conseguenza un minore bounce rate e il mantenimento della juice della pagina precedente, che verrà “ereditata” nella nuova.

Si tratta di un vantaggio non da poco, soprattutto se si lavora in ottica di ottimizzazione SEO, perchè un redirect eseguito correttamente significa permettere alle keywords di conservare la stessa posizione nella SERP.

Consiglio
Attenti alla scrittura dell’URL, perchè sbagliare anche solo un carattere significa compromettere la riuscita di un reindirizzamento. Digitare con attenzione le lettere e rivederle, prima di confermare che si tratti della giusta pagina di destinazione.

Quale tipi di redirect si usato più spesso ?

Anche se esistono varie tipologie di reindirizzamento, i redirect più usati sono 2:

Redirect 301: il reindirizzamento principe. Denota uno spostamento definitivo, senza possibilità di eliminarlo. Prima di efffettuare questo reindirizzamento si dovrà valutare molto attentamente la scelta, perchè si sta per determinare la “morte” definitiva della vecchia pagina.

Il Redirect 302: è un reindirizzamento momentaneo, spesso impiegato durante la fase di manutenzione di un sito quando, per una ragione o per un’altra, bisogna lavorare sulle pagine interne (per cambiarne gli elementi grafici, aggiornarne i contenuti ecc…) e occorre “intrattenere” il pubblico, dirottandolo verso altre pagine, anziché mostrare loro l’attività di modifica in corso sul sito. Una volta ultimata la manutenzione interna si potrà eliminare il redirect 302 e ripristinare la situazione precedente, dando la possibilità al pubblico di ritornare sui vecchi indirizzi web, beneficiando però dei miglioramenti attuati durante la manutenzione.

Quando si usa il redirect negli e commerce ?

Quando un prodotto va fuori mercato le possibilità sono 2:

1. Cancellare quella pagina prodotto e dimenticarla per sempre
2. Pensare di recuperare il traffico che aveva la URL dell’articolo ora fuori produzione, facendo un redirect verso un prodotto simile
Se si tratta di un prodotto molto apprezzato dal pubblico, che generava un buon profitto all’e commerce e si ha a disposizione in catalogo un prodotto quasi identico, è consigliabile seguire la seconda strada.

Ad ogni modo si suggerisce di eseguire un redirect su di un prodotto solo quando si è certi che non verrà mai prodotto, perchè un redirect non garantisce al 100% di generare lo stesso traffico del passato.

Come scegliere la pagina di redirect nel caso di un ecommerce ?

Bisognerà trovare un prodotto con caratteristiche quanto più simili possibile, ovvero:

  • prezzo simile
  • stessa marca
  • stessa funzione

Solitamente è il web master ad occuparsi di realizzare un corretto redirect lavorando direttamente sul file .htaccess, ma in caso foste proprietari di un sito realizzato in wordpress potrete installare dei comodi plugin per effettuare i vostri reindirizzamenti senza timore.
Un plug in leggero, ideale per questo scopo è Safe Redirect Manager, compatibile con la gran parte delle versioni di questo CMS.

Leave a Comment

What City Do You See?