Oppure SCOPRI

che POSSO FARE per migliorare il tuo business…

Il copywriter SEO è una figura professionale nata quando si è compreso che attraverso internet e la ricerca realizzata dagli utenti sui motori di ricerca, si sarebbe potuto commercializzare prodotti e realizzare profitti. Quando si è capito che Google rispondeva a dei criteri di qualità abbastanza precisi, tali da favorire il miglior posizionamento di un sito rispetto ad un altro, è emersa la necessità di un professionista che riuscisse a “scrivere per piacere a Google” e per “emozionare gli utenti”, al punto da indurli a fare un’azione, che in più delle volte coincideva con la vendita di un articolo. Il copywriter seo o seo copywriter, come si dice negli stati uniti, è l’esperto di search engine optimization che, attraverso doti di scrittura persuasiva e la conoscenza dei criteri di ranking dello spider di Google è in grado di elaborare un testo ben scritto che possa creare engangement e aumentare le vendite di un ecommerce o migliorare le visibilità in termini di traffico organico di un sito web.

 

Come si diventa SEO copywriter?

Per una predisposizione innata, che si basa sulla voglia di comunicare qualcosa ad un pubblico sempre più grande. Bisogna sviluppare la capacità di non arrendersi mai ed essere assai propensi al problem solving, in modo tale da reagire ad eventuali cadute sulla SERP, dovute al lancio di un nuovo update di Google, in grado di affossare il sito al quale state lavorando.

Per lavorare come nell’ambito della SEO copywriting non esiste una strada univoca, ma una disciplina e un approccio al problema che vorrei insegnare a chi ha voglia di svolgere questo mestiere innovativo, fatto di passione e fantasia. Per questo organizzo dei corsi in cui insegno a fare SEO, offrendo delle linee guida che aiutino a realizzare un testo ottimizzato, senza per questo snaturarlo e risultare poco piacevole agli occhi di chi lo legge.

Esistono dei trucchi, o meglio ancora, delle conoscenze tecniche particolarmente argute e funzionali, che solo chi svogle questo lavoro da oltre 10 anni può insegnare. Nonostante il percorso da autodidatti per imparare la SEO sia stimolante e praticabile, i tempi per diventare un SEO copy a tutto tondo si allungherebbero notevolmente. Meglio avere delle direttive da cui partire o una guida SEO che ti aiuti a perfezionare le tue attività online, piuttosto che andare incontro a fallimenti, delusioni e clienti che non rinnovano i contratti.

Non è più tempo di keyword stuffing per scalare la SERP e ragionare solo per formattazione di titoli in H2 e blocchi testo in bold è riduttivo per il nostro cervello e se non lo capiremo con le buone, ci penserà Google con il prossimo Fred, pronto a mazzolarci per bene, perchè parliamo una lingua ormai estinta, secondo i criteri qualitativi presi in esame dall’unico motore di ricerca organica al Mondo, capace di determinare il successo o l’oblio del tuo progetto on line, con una sola scansione.

 

Non chiamatemi James Bold, sono un copy creativo

 

Il primo obiettivo di chi scrive sul web è il coinvolgimento di un pubblico, ma non per questo bisogna seguire necessariamente delle operazioni standard, perchè è solo la diversità, l’uscire dagli schemi, la scoperta di nuovi orizzonti, che può creare viralità e far crescere esponenzialmente la fama di un sito. Bisognerà sviluppare uno stile di scrittura fantasioso, che riesca ad appassionare i lettori, senza per questo far un dispetto a Google, che in linea di massima cerca “risposte semplici” a “domande anche complesse”.

L’importanza di un piano editoriale deve essere il risultato di uno studio semantico e sociale del tema o del prodotto di cui vogliamo parlare e non una forzatura, che risponde solo a “necessità aziendali” e “obblighi redazionali”. Fare il copy per la SEO è un lavoro artistico, non trasformiamolo nell’ennesima occasione persa. Dovremo creare relazioni e affinità molto definite tra i testi e quindi tra i prodotti della nostra scrittura. Imparare a curare in maniera maniacale i link interni e smettere di parlare di articoli testuali SEO oriented, ma convincerci che la nostra lingua comune diventi la SEO stessa, è l’approccio a cui ambire se si desidera diventare scrittori del web.

 

Non trasformiamo un piano editoriale in un pianto editoriale

 

La qualità di un testo che piaccia a Google non deve però dimenticarsi delle ragioni economiche che hanno fatto nascere la necessità di contattare un esperto di copywriting SEO: vendere. Di conseguenza la validità dello scritto sarà condizionata dalla sua capacità di persuadere, di incentivare una CTA, ovvero una call to action e costringere l’utente a rimanere il più possibie su un dato sito, spaziando da un testo all’altro, spinto dalla gratificazione di aver trovato una risposta chiara ad un esigenza precisa.

 

Per chi scrive un copywriter online?

Si può scrivere per tre categorie di persone differenti:

  1.  Per sè stessi e quindi per gratificazione personale. Il che implicherà una pratica costante e la ricerca del raggiungimento dei traguardi che ci siamo dati nell’ambito lavorativo.
  2.  Si può scrivere per i lettori. E quindi imparare ad assecondare i loro gusti e coinvolgerli attraverso delle emozioni, a volte indotte, per spingerli ad operare delle scelte precise.
  3.  Si può scrivere per Google. Lo si fa restando costantemente aggiornati sulle linee guida e analizzando quotidianamente l’operato dei nostri competitors sulla SERP, per definire in maniera più veloce e puntuale quelli che potrebbero essere delle variabili in grado di determinare dei cambiamenti positivi.

 

Mettiamola così, un bravo professionista che fa SEO deve saper scrivere per tutte e 3 le categorie e imparare a considerarli come un unico pubblico di riferimento: il web.

 

Lo è o lo ci fa?

Un buon copy che lavora per posizionarsi su internet deve essere, oltre che ambizioso, anche un po’ strafottente e convincersi di essersi quasi un guru in quel campo. Convincersi di essere più bravi è un modo semplice per aumentare la propria autostima e trovare quel mix di coraggio e giuste motivazioni per proporsi come una guida credibile, magari scrivendo un tutorial sulla SEO e allargare la platea di pubblico interessato a quello che scrivi. L’apertura di un canale youtube è fondamentale per diventare un SEO copy di successo ed aumentare le possibilità di essere contattati e quindi coinvolti in progetti lavorativi importanti e ben remunerati. Ad ogni modo serviranno delle giuste motivazioni, altrimenti non si avrà la forza sufficiente per superare le avversità oggettive e la concorrenza da parte di altri professionisti che perfezionano le proprie tecniche di scrittura sul web e forse sono in grado di “vendersi meglio” dal punto di vista dei social network.

 

Come trovare questo lavoro

Le vie del web sono infinite e allora se avete voglia di iniziare questo rapporto di amore e odio con Google, tanto vale cercare qualche offerta di lavoro online. Se non avete ancora un vostro profilo linkedin o non aggiornate il vostro curriculum da oltre 4 mesi, è arrivato il momento di farlo, perchè i lavori da informatici e quelli che hanno a che fare con l’ambito digitale sono molto gettonati. Ad ogni modo, se vi spacciate per essere persone in grado di posizionare bene un sito internet, tanto vale che abbiate un sito personale all’altezza delle aspettative e almeno una scheda mybusiness che possa favorire la vostra visibilità a livello di local search. Sarà importante mantenere un tessuto di relazioni online molto attivo e in questo senso aprire una pagina Facebook in cui promuovere il proprio lavoro da copywriter SEO può essere molto utile.

Una volta raggiunti i primi clienti e aver dimostrato la propria bravura, non dimenticate di richiedere un feedback, in modo tale che altri potenziali clienti possano leggere sia sulla pagina facebook che sulla scheda mybusinness le vostre qualità di SEO e copywriter e quindi essere più motivati a contattarvi. Si innescherà un meccanismo virtuoso che vi permetterà di raggiungere sempre nuove aziende che hanno voglia di primeggiare sui motori di ricerca e visto che la vostra fama aumenta, potreste alzare la posta in gioco e inviare preventivi più alti. Qualora invece i nuovi clienti latitassero e non si innescasse ancora il passaparola, valutate anche la possibilità di bussare voi alla porta delle aziende e magari inviare una email persuasiva, in cui illustrate i servizi che offrite, nella speranza di convincerli a lavorare con voi, visto che in quanto freelance, costate molto meno di un’agenzia di web marketing. Tutti questi sistemi si rivelano molto utili per ampliare il portfolio clienti e aumentare la vostra spendibilità sul mercato italiano.

La creazione di un curriculum adeguato è fondamentale per essere appetibile sul mercato. E’ importate mostrare le competenze specifiche acquisite, ma senza dimenticare di “comunicare” un’infarinatura generale nell’ambito del digital marketing. La buona conoscenza della lingua inglese può aiutare a perfezionare le attività, perchè consente di leggere con facilità gli articoli dei vate statunitensi ed essere costantemente aggiornati sulle novità dell’ambito SEO e del copywriting. L’età a cui si comincia a svolgere questa mansione non è una discriminante essenziale per essere più richiesti da un’azienda, anche se in linea di massima un ragazzo di 20 anni avrà una mente più vivace ed una capacità di adattarsi ai cambiamenti e alle difficoltà, molto più di quanto possa fare un uomo di 50 anni. Ad ogni modo l’esperienza nel campo della search engine optimization è un fattore molto apprezzato dalle imprese ed avere lavorato per più di 10 anni nel settore aumenta le probabilità di essere assunti.

Non abbiate paura ad indicare quanto avete fatturato con il vostro ultimo cliente, soprattutto se vi ha pagato bene, perchè può servire come punto di riferimento e aiutare a definire una retribuzione più adeguata rispetto al vostro grado di esperienza e alle vostre qualità professionali.

Si tratta di lavoro molto richiesto, perchè ognuno nella società moderna ha necessità di farsi conoscere ad un audience più ampio o di diffondere le proprie idee, sfruttando la potenza della rete e di chi sa lavorare per essere più in vista sul web. Si può lavorare per grandi aziende, così come per nicchie di pubblico e singoli liberi professionisti, ragion per cui le possibilità di guadagnare facendo i SEO copywriter certo non mancheranno, visto che si tratta di uno tra i lavori più gettonati del futuro. Anche se non è un lavoro facile, può essere svolto da chiunque, senza troppe restrizioni, a patto di farsi una buona pubblicità e diffondere le opinioni positive che hanno i clienti sui nostri servizi on line.

 

Quanto tempo si lavora al giorno?

Dipende dal numero di clienti e dalle attività che ci siamo impegnati a svolgere. Esistono azioni più veloci come l’analisi dei competitors di settore ed altre più dispendiose in termini di tempo, come la realizzazione di un keywords pannel completo o l’ottimizzazione onsite di migliaia di prodotti all’interno di un catalogo di un ecommerce. Ad ogni modo la giornata lavorativa di un esperto di copywriting applicata alla SEO dura anche più di quella di un altro professionista che lavora con partita IVA.

La necessità di completare un lavoro entro certe scadenze, la volontà di dimostrarsi disponibili e flessibili di fronte ad un nuovo cliente, come pure gli eventuali ritardi accumulati nella messa in atto di altre attività di marketing, sono tutte ragioni che possono prolungare la giornata di lavoro, anche oltre le 21 di sera. Tenendo poi presente che le operazioni più complicate vengono meglio la mattina presto, capiamo bene come un copy SEO può lavorare anche 12 ore al giorno. Ad ogni modo è doveroso organizzarsi, ricorrendo a programmi molto utili per la gestione del tempo disponibile come Asana, che si rivelerà indispensabile per svolgere tutte le operazioni, senza trascurare alcuna attività.

Anche se nel web esistono tanti programmi SEO gratuiti molto utili, se si vuole diventare un esperto del settore sarà fondamentale acquistare dei tool a pagamento capaci di velocizzare una serie di report o attività di analisi e di confronto che altrimenti ci occuperebbero troppo tempo e renderebbero più frettolosa la fase di editing. Ovviamente calcolate che, clienti a parte, dovrà sempre rimanere del tempo utile per curare nei minimi particolari il vostro sito internet e arricchirlo di contenuti con cadenza settimanale. Sarà il vostro sito il miglior biglietto da visita per chi cerca un valido copy sul web e non dovete ritrovarvi nella stessa situazione del calzolaio che indossa le scarpe rotte. Se proprio non riuscite a svolgere tutto il lavoro che vi siete promessi, valutate la possibilità di delegarlo a terzi, a patto che possiate garantire sulla loro qualità, perchè le responsabilità del lavoro finale ricadranno sempre su di voi.

Non chiamatelo hobbie

Eh già, perchè anche se si tratta di un’attività anche divertente è un vero e proprio lavoro, anche perchè non si può affrontare con leggerezza una mansione che prevede sempre degli investimenti, a volte anche importanti, da parte dei vostri clienti. Non possiamo permetterci l’arroganza di considerarlo un gioco e come si dice a Bari “fare il ricchione con il..culo degli altri”!!

Non a caso è un lavoro con il quale si possono guadagnare molti soldi, a seconda del livello tecnico raggiunto e della capacità di collaborare con aziende in grado di permettersi investimenti anche ingenti. Giusto per dare un’idea di massima, un SEO copywriter di buon livello può guadagnare anche 4000 euro netti al mese e meritarseli tutti, considerato quanto può far fatturare ad un ecommerce nell’arco di un anno.

Non è certo un caso se molti giovani intraprendono questa carriera, soprattutto nelle regioni in cui c’è meno lavoro, come in Puglia o in Sicilia o in quei territori del nord, in cui hanno sede svariate aziende importanti, come in Friuli Venezia Giulia o in Lombardia e Piemonte.

Per guadagnare di più si dovrà imparare a scegliere i clienti giusti e valutare di lavorare con loro anche in funzione della durata del contratto e delle loro ambizioni di crescita. Da parte nostra sarà importante specializzarci nel settore e dimostrare di essere dei bravi SEO oltre che dei validi COPY. Riuscire a garantire un buon livello di competenze su queste materie significa essere certi di lavorare molto e guadagnare ancora di più. Naturalmente il percorso per arrivare a questo obiettivo è lungo, ma sarà utile arrivarci per tappe, svolgendo tutti quelle attività secondarie, a volte monotone, come la correzione di bozze o la gestione di piccoli blogger e siti di settore, che permetteranno però di raggiungere una maggiore abilità e universalità.